Logo LexEconomy
Il Sole 24 Ore
coronavirus-italia-news-ultime-notizie-aggiornamenti-6-agosto| Pil 2020, il rimbalzo del terzo trimestre non eviterà la flessione del -10/11%| Vaticano, sei donne “alla corte” del Papa nel consiglio dell’Economia. E Minali (ex Cattolica)| Snam, la domanda di gas in ripresa nel 2021 dopo la frenata provocata dalla pandemia| Coronavirus, ecco i verbali secretati del Cts: già a fine febbraio la richiesta di misure restrittive| Dl agosto: manca intesa sulla proroga dei licenziamenti, nuovo vertice a Palazzo Chigi| Il Testo unico sulla riforma dello Sport della discordia| Help desk, classi ridotte, medico a scuola: ecco le regole per tornare in classe| Confindustria: lo stop ai licenziamenti pietrifica l’economia| Itelyum investe 4 milioni per ambiente e sicurezza| Scuola, per i banchi monoposto in lizza 14 imprese. In arrivo 50mila supplenti in più ma già non bastano| Coronavirus, ultime notizie in Italia: balzo dei nuovi casi (+384) per l’«effetto Mantova», 10 decessi| Superbonus e Sismabonus al 110%: ecco i moduli per asseverazione e stato di avanzamento dei lavori| Decreto agosto: stop ai licenziamenti e proroga moratoria debiti Pmi i nodi ancora da sciogliere| Cartelle bloccate fino al 15 ottobre, Tosap e Cosap sospese per tutto il 2020|
Di: Claudia Allevato

Tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima, sarà approvato dal governo un decreto contenente una nuova misura di agevolazione fiscale, il SUPERBONUS, che prevederà un aumento, fino al 110%, dell’aliquota di detrazione per tutti i lavori di ristrutturazione realizzati tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2020 (suscettibili di probabile estensione al 2021). In poche parole, i destinatari dell’agevolazione potranno realizzare interventi di riqualificazione sismica o energetica a costo zero, grazie alla cessione di un credito d’imposta del 110% alle imprese che eseguiranno i lavori: quest’ultime potranno dunque scontare in fattura l’intero importo dell’intervento.

Di: Claudia Allevato

Il “bonus facciate” è il nuovo sconto fiscale per il restauro e il recupero degli edifici. Prevede una detrazione fiscale del 90% per tutti gli interventi che interessano le strutture opache (muri esterni) della facciata compresi i balconi (spesso caratterizzati dal pericoloso fenomeno di distacco e caduta di frammenti dell’intonaco), ornamenti e fregi, senza un limite massimo di spesa.